Pacman versione originale

Anni 80 admin 0

PacMan è uno dei grandi classici per eccellenza, fù ideato nel 1978 dal programmatore Tohru Iwatani della Namco e pubblicato per la prima volta dalla Midway Games nel 1980 nel formato arcade da salagiochi. Acquisì immediatamente una grandissima popolarità, negli anni a seguire, sotto l’etichetta Namco sono state via via pubblicate varie versioni per la quasi totalità delle console e dei computer, conservando fino a oggi la sua fama di classico dei videogiochi.

L’origine di PacMan

La nascita di pacman è piuttosto singolare, sembra che l’idea sia venuta a Tohru Iwatani durante una cena con degli amici guardando una pizza a cui era stata tolta una fetta.
A novembre del 1980 PacMan viene presentato all’Amusement and Music Operators Association (AMOA) di Chicago dove venne definito «troppo carino per avere successo».
Le previsoni dell’AMOA furono presto smentite, perché invece il successo del “mangia-palline” fu strepitoso: la Namco, in soli sette anni dal 1980 al 1987, piazzò più di 300.000 macchine e vendette milioni di gadget e pupazzi vari.

Testimonianza del successo non sono soltanto i dati di vendita, ma anche il numero dei cloni, realizzati o tentati del gioco che vanta il maggior numero di tentativi di imitazione della storia dei videogiochi.